Promuovere la SOSTENIBILITA’ diventa strategico per le Aziende virtuose

Promuovere la SOSTENIBILITA’ diventa strategico per le Aziende virtuose

E’ sempre più impattante, nella valutazione delle aziende virtuose, la possibilità di evidenziare alcuni criteri fondamentali come sostenibilità, rispetto per l’ambiente, responsabilità sociale e sviluppo di impresa.

Nell’ambito della sostenibilità, l’attenzione verso pratiche sostenibili riferite a qualsiasi settore e livello, è ormai un requisito fondamentale per poter ambire ad uno sviluppo costante e duraturo nel tempo.

A sostegno di quanto sopra, non è un caso infatti che le varie autorità governative nazionali e internazionali stiano predisponendo importanti piani di sviluppo economico mettendo a disposizione ingenti risorse alle aziende che identificano nella sostenibilità (soprattutto nell’area green di transizione ecologica, energie rinnovabili e mobilità sostenibile) il loro interesse di crescita.

Per completare la visione globale dell’argomento, evidenziamo poi che anche i mercati finanziari, stanno sempre più focalizzando la loro attenzione a fattori ambientali e sociali.

Quanto sopra, si riscontra in modo estremamente tangibile dal fatto che sempre più investitori sono sensibili alla sostenibilità quando devono decidere su come e cosa investire, inoltre, le imprese sono sempre più impegnate nell’intraprendere strategie con risvolti ambientali, etici e sociali.

INVESTIMENTI “RESPONSABILI”

Alla luce del crescente interesse verso la sostenibilità, non sorprende quindi che domanda e offerta di investimenti “responsabili” stiano aumentando rapidamente negli ultimi periodi; con questo scenario, supportato dalla richiesta di mercato, trovano importante spazio gli investimenti “responsabili”, ovvero quelli che puntano sulle realtà ambientali, sociali e di sviluppo aziendale “green”.

Le imprese che prima punteranno su investimenti o progetti dove il rispetto per l’ambiente, la responsabilità sociale (nei confronti di chi ci lavora e del contesto in cui si inserisce), avranno sicuramente maggiori possibilità di usufruire delle risorse messe a disposizione per lo sviluppo green delle aziende.

Investire in sostenibilità quindi conviene?

A livello finanziario la risposta è sì; alla luce anche delle ultime situazioni post pandemia, i fondi sostenibili hanno dimostrato di preservare il capitale e, in genere, gli investimenti in ambito “green” risultano avere un rendimento di lungo periodo maggiore e stabile.

L’entrata del “mondo green” nel settore degli investimenti finanziari, ha di fatto evoluto tutta la Normativa; nel 2020, un provvedimento europeo come il Sustainable finance disclosure regulation (Sfdr) ha mosso i suoi primi passi e da gennaio 2022, si sta delineando l’operatività Europea della legge sulla tassonomia delle attività eco-sostenibili.

Cristallizzando l’argomento per poterne valutare le migliori azioni di sviluppo da intraprendere, si evidenzia e si riscontra sempre più che, ogni singola attività commerciale green, sta acquisendo un’importanza fondamentale considerando che l’azienda viene/verrà valutata non solo in base a bilanci e informazioni contabili, ma anche a fattori extra finanziari che integrano valori di responsabilità ambientale, etica e sociale.

Tornando all’incipt iniziale, “Promuovere la SOSTENIBILITA’” possiamo quindi sostenere che diventa sempre più strategico per le Aziende virtuose impegnarsi per un futuro più sostenibile; è indispensabile poi che questa strategia sia comunicata e pubblicizzata nelle sue modalità di esecuzione sottolineando il fatto che, oltre ad essere necessaria per salvaguardare al meglio il futuro, è fondamentale motivo di sviluppo aziendale.

Contattaci liberamente all’indirizzo info@evi-italia.com

Leave a comment